Rss

  • linkedin

Archives for : dicembre2016

BUONE FESTE

buone_feste_picenobello

auguri

Come progettare e realizzare la propria “Stazione di monitoraggio del buon sonno”

Si è realizzato un tutorial per creare un “posto di monitoraggio” del sonno per aiutarvi a massimizzare il vostro riposo notturno. Monitorare l’ambiente in cui dormiamo e combinare il tutto ai dati della frequenza cardiaca si può rivelare molto importante per ben riposare.

Spendiamo un terzo della nostra vita dormendo, e la qualità del nostro sonno può avere un grande impatto su come ci sentiamo durante il giorno. Durante il nostro sonno risulta naturalmente difficile valutare con precisione quanto siamo comodi. Gli studi sul sonno sono un modo per ottenere dati precisi sulla qualità del nostro riposo, ma non è sempre facile farli funzionare! Possiamo fare del  fai-da-te?

Monitorare l’ambiente in cui riposiamo e combinare il tutto ai dati della frequenza cardiaca può rivelarsi fondamentale per ben riposare. Si è realizzato un tutorial per creare un “posto di monitoraggio” del sonno per aiutarvi a massimizzare il vostro riposo notturno.

Temperatura – La temperatura ideale per il sonno è confermato essere a circa 18.30°C. Dormire con temperature troppo lontane da questa potrebbe accorciare la durata del sonno e  ridurne notevolmente la qualità.

Umidità – L’umidità dell’aria è un altro fattore di benessere. Il 45% di umidità dell’aria è il punto ottimale ma comunque un’aria cha conta tra il 30% ed il 50% di umidità offre una buona notte di riposo.

Luce/Lux – La più parte degli umani desidera dormire nel buio più assoluto e, comunque, non sopporta eventuali disturbi luminosi. La registrazione dei livelli di luce durante tutta la notte può aiutare a individuare eventuali disturbi regolari come i fari delle automobili, la luna piena, le luci del portico, ecc..

Rumore – Il rumore regolare o casuale può disturbare il nostro risposo. Il traffico, un vicino, il russare del partner sono elementi che subiamo inconsciamente e non riusciamo a quantificare.

Frequenza cardiaca – La frequenza cardiaca bassa indica un corpo che riposa. Varia da persona a persona ma in generale significa che si stanno  recuperando energie e che ci si prepara a ripartire. Una frequenza cardiaca più elevata del normale indica che  si ha bisogno di ulteriore riposo. L’HR può essere utilizzato per individuare i diversi stati di sonno REM.

Questo tutorial vi spiegherà come creare una “stazione di rilevamento” per monitorare voi stessi e l’ambiente intorno a voi e darvi la possibilità di leggere i dati e rimediare a tutti i disturbi che vi impediscono di dormire correttamente.

Wearable Electronics For Fashion ha creato l’esclusivo KIT WEFF 10   che comprende tutti i componenti elettronici ed in più un Tutorial PDF in Italiano pieno di link e foto che vi condurrà passo-passo nella costruzione del vostro monitor del buon sonno. Potete trovare il kit  qui.

Come sempre vi esortiamo ad utilizzare il Kit ed il tutorial compreso come punto di partenza, quindi sperimentate  e sviluppare il  progetto base per qualsiasi altro uso fantastico.

Il kit comprende:

Buon lavoro e buona notte!

 

Fonte: Adafruit Industries