Rss

  • linkedin

Archives for :

Come realizzare un mini Flipper da tavolo con Gemma M0

Tutorial completo in Italiano per costruirsi un Mini Flipper da tavolo con Gemma M0 + il vostro tablet. Utilizza CircuitPython e il Gemma M0 per controllare il flipper di iPad integrato in una mini tavola in alluminio estruso!

È molto divertente giocare con il flipper virtuale del nostro iPad! Uno dei giochi preferiti è il Pinball Arcade, che dispone di una eccellente fisica e un enorme numero di riproduzioni classiche da tavolo, da ‘Aadams Family Pinball’ a ‘Theatre of Magic’ e altro ancora. Però quando si gioca con il virtuale, il controllo degli schermi tattili non è così soddisfacente come quello di premere i pulsanti reali di un flipper.

Risolviamo tutto ciò!

Il Team di Abbigliamento Elettronico insieme all’Équipe di Wearable Electronics For Fashion  hanno deciso di creare un esclusivo KIT per realizzare questo “Mini Flipper” che comprende tutto il materiale più un tutorial completo  in Italiano pieno di foto e link.

Questo mini tavolo da flipper è piuttosto semplice da realizzare: si utilizza l’estrusione in alluminio scanalato e l’hardware. Il circuito per creare tutto è davvero facile e non richiede saldature, basta collegare i cavi e bloccarli con dei morsetti a coccodrillo ai pulsanti e un microcontrollore Gemma M0 si prenderà cura del resto!

Qualsiasi gioco che supporta il protocollo iCade può essere controllato con Gemma M0, Trinket M0, Circuit Playground Express o altre schede che possono produrre dei tratti della tastiera USB HID. 

∗ PARTI DI CONTROLLO

Di seguito sono elencati i componenti necessari per eseguire il controllo

Queste parti del controllore sono tutto ciò che vi serve se deciderete  di costruire la vostra tavola utilizzando altri materiali: LEGO, cartone, nastri di gomma e matite, o chissà cosa!

Proprio per questo abbiamo deciso due tipi di KIT:

  1. Kit WEFF  Basic – Mini Flipper : Parti di controllo + tutorial in Italiano in formato PDF di programmazione e assemblaggio elettronico
  2. Kit WEFF Lux – Mini Flipper : Parti di controllo  + materiali per costruire la tavola (come foto) + tutorial in Italiano  PDF di programmazione e assemblaggio elettronico+ Tutorial in Italiano PDF per costruzione tavola

∗ MATERIALI PER LA TAVOLA

Queste sono le parti utilizzate per la costruzione del tavolo in alluminio (comprese nel Kit WEFF 10Lux – Mini Flipper):

 

 

∴ PARTI AGGIUNTIVE

Avrete inoltre bisogno di:

  • iPad o iPhone e una copia di The Pinball Arcade o di un altro gioco iCade compatibile
  • Un adattatore per il dispositivo iOS per collegare USB alla porta Lightning, ad esempio l’adattatore Apple USB da Lightning Camera. (Se disponete di un vecchio iPad o iPhone, è necessaria la versione del connettore dock a 30 pin del kit della fotocamera)

Utensili

  • Gli unici strumenti che vi servono sono la chiave esagonale da 2.5mm per le viti, una sega per tagli obliqui e un altro utensile (sega a nastro, sega a miter con lama di taglio metallica, Dremel, smerigliatrice, ecc.) per tagliare le lunghezze di estrusione in alluminio.
  • La maggior parte dei tagli sono ad angolo di 90°, ma i quattro piedi che terminano sulle gambe saranno tagliati ad angolo di 87° per dare al tavolo un’inclinazione stabile.

In seguito programmerete il Gemma M0 per attivare i pulsanti dei comandi della tastiera! Nel tutorial verranno forniti tutte le istruzioni passo a passo non solo per costruire ma soprattutto per digitare il Gemma M0 con CircuitPython.

Il Gemma M0 è perfetto per questo progetto per alcune ragioni. È poco costoso, dispone di tre pin di ingresso digitali per gestire le due alette di rilancio e il lanciatore delle biglie, può generare dei gesti della tastiera USB HID su USB, e consuma pochissima energia, per cui l’iPad e l’iPhone non saranno costretti ad alimentarlo. Inoltre, ha un RGB DotStar LED che può essere utilizzato come indicatore multi-colore!

Trovate il KIT WEFF BASIC – Mini Flipper  ed il KIT WEFF  Lux – Mini Flipper sul nostro e-commerce Wearable Electronics For Fashion

 

Fonte:  John Park (Adafruit Industries)

BUONE FESTE

buone_feste_picenobello

auguri

Come progettare e realizzare la propria “Stazione di monitoraggio del buon sonno”

Si è realizzato un tutorial per creare un “posto di monitoraggio” del sonno per aiutarvi a massimizzare il vostro riposo notturno. Monitorare l’ambiente in cui dormiamo e combinare il tutto ai dati della frequenza cardiaca si può rivelare molto importante per ben riposare.

Spendiamo un terzo della nostra vita dormendo, e la qualità del nostro sonno può avere un grande impatto su come ci sentiamo durante il giorno. Durante il nostro sonno risulta naturalmente difficile valutare con precisione quanto siamo comodi. Gli studi sul sonno sono un modo per ottenere dati precisi sulla qualità del nostro riposo, ma non è sempre facile farli funzionare! Possiamo fare del  fai-da-te?

Monitorare l’ambiente in cui riposiamo e combinare il tutto ai dati della frequenza cardiaca può rivelarsi fondamentale per ben riposare. Si è realizzato un tutorial per creare un “posto di monitoraggio” del sonno per aiutarvi a massimizzare il vostro riposo notturno.

Temperatura – La temperatura ideale per il sonno è confermato essere a circa 18.30°C. Dormire con temperature troppo lontane da questa potrebbe accorciare la durata del sonno e  ridurne notevolmente la qualità.

Umidità – L’umidità dell’aria è un altro fattore di benessere. Il 45% di umidità dell’aria è il punto ottimale ma comunque un’aria cha conta tra il 30% ed il 50% di umidità offre una buona notte di riposo.

Luce/Lux – La più parte degli umani desidera dormire nel buio più assoluto e, comunque, non sopporta eventuali disturbi luminosi. La registrazione dei livelli di luce durante tutta la notte può aiutare a individuare eventuali disturbi regolari come i fari delle automobili, la luna piena, le luci del portico, ecc..

Rumore – Il rumore regolare o casuale può disturbare il nostro risposo. Il traffico, un vicino, il russare del partner sono elementi che subiamo inconsciamente e non riusciamo a quantificare.

Frequenza cardiaca – La frequenza cardiaca bassa indica un corpo che riposa. Varia da persona a persona ma in generale significa che si stanno  recuperando energie e che ci si prepara a ripartire. Una frequenza cardiaca più elevata del normale indica che  si ha bisogno di ulteriore riposo. L’HR può essere utilizzato per individuare i diversi stati di sonno REM.

Questo tutorial vi spiegherà come creare una “stazione di rilevamento” per monitorare voi stessi e l’ambiente intorno a voi e darvi la possibilità di leggere i dati e rimediare a tutti i disturbi che vi impediscono di dormire correttamente.

Wearable Electronics For Fashion ha creato l’esclusivo KIT WEFF 10   che comprende tutti i componenti elettronici ed in più un Tutorial PDF in Italiano pieno di link e foto che vi condurrà passo-passo nella costruzione del vostro monitor del buon sonno. Potete trovare il kit  qui.

Come sempre vi esortiamo ad utilizzare il Kit ed il tutorial compreso come punto di partenza, quindi sperimentate  e sviluppare il  progetto base per qualsiasi altro uso fantastico.

Il kit comprende:

Buon lavoro e buona notte!

 

Fonte: Adafruit Industries

LA TERMOCOPPIA

Cosa è, come si cabla e come si usa una Termocoppia tipo K. Il Tutorial in tre capitoli più FAQ ed esempi tutto in Italiano.

Capitolo 1.

  • Cosa è una Termocoppia di tipo K

Una Termocoppia è un tipo di sensore di temperatura.

A differenza dei sensori di temperatura a semiconduttore come il TMP36, le termocoppie non hanno dell’elettronica al loro interno, sono semplicemente realizzati saldando insieme due fili metallici. A causa di un effetto fisico dei due metalli uniti, c’è una leggera ma misurabile tensione attraverso i fili che aumenta con la temperatura. Il tipo di metalli utilizzati influisce sulla gamma di tensione, il costo e la sensibilità, ed è per questo motivo che ci sono differenti tipi di termocoppie. Il miglioramento principale dell’utilizzazione di una termocoppia su un sensore semiconduttore o termistore consiste nella gamma di temperatura che è fortemente aumentata. Ad esempio, il TMP36 può andare da -50 a 150°C, al dopo di che il chip stesso potrebbe danneggiarsi. Le termocoppie comuni d’altra parte, possono andare da -200°C a 1350°C (tipo K) ed esistono anche quelle che possono andare oltre i 2300°C!

Le termocoppie sono spesso usate nei sistemi HVAC, stufe e caldaie, forni, ecc. Esistono vari tipi diversi di termocoppia, ma questo tutorial discuterà del tipo K, che è molto comune e più facile usare.

Una difficoltà nel loro impiego è che la tensione da misurare è molto piccola, con cambiamenti di circa 50 uV per °C (a UV è 1/1000000 Volts). Anche se  è possibile leggere queste tensioni si utilizza un alimentatore pulito e curato Op-amp, ci sono altre complicazioni, come una risposta non lineare (la sua non sempre 50uV/°C) e la compensazione a freddo della temperatura (l’effetto misurato è solo differenziale e deve esserci un riferimento, come la terra è un riferimento per la tensione).

Questa è per una termocoppia di tipo K con super brasatura in vetro

  • Dimensioni: 24 calibro, 1 metro di lunghezza (si può accorciare se si desidera semplicemente tagliandola)
  • Si acquista  presso il negozio WEFF 
  • Campo di temperatura: da -100°C a 500°C (Oltre questo valore la super brasatura in vetro può essere danneggiata)
  • Campo di uscita: da -6 a + 20mV
  • Precisione: + -2°C
  • Richiede un amplificatore come MAX31855 
  • Interfaccia: MAX6675 (fuori produzione) MAX31855, o AD595 (analogico)

Il tutorial completo sempre in Italiano formato PDF pieno di foto e link verrà inviato gratuitamente a coloro che acquisteranno insieme su WEFF almeno un Thermocouple Amplifier MAX31855 breakout board (MAX6675 upgrade) – v2.0 più una Thermocouple Type-K Glass Braid Insulated – K.

Qui di seguito vi indichiamo i titoli dei capitoli che troverete all’interno del tutorial:

  • Cablaggio della Termocoppia
  • Utilizzo della Termocoppia
  • FAQ
  • Esempi di progetti
tutorial-termocoppia

Termocoppia tipo K + Amplificatore di termocoppia

 

Fonte: Adafruit Industries

Come realizzare un gioiellino animato e luminoso “Space Invaders”

Kit esclusivo  WEFF 09 per creare da soli un piccolo gioiello da sfoggiare, animato e luminoso!

Se desiderate fare impazzire d’invidia i vostri amici con qualcosa che avete creato da soli,  piccolo e spettacolare questo KIT è l’ideale! Cercate un regalo per il/la vostro/a moroso che sia veramente originale? Realizzate per la vostra metà questo particolarissimo pendente/spilla/fermacravatta.

led_matrix_pendant-anim

Ve lo ricordate Space Invaders? Negli anni ’80 (del secolo scorso!!!) non sono stati solo un video gioco ma anche un enorme fenomeno culturale.

Oggi riscopriamo con nostalgia il mitico Space Invader e lo facciamo “sposare” con i moderni microcontrollori, alla moda, piccoli e dai prezzi accessibili. Questo progetto è una sorta di “ponte” tra generazioni: una collana di luce  animata per attirare lo sguardo degli altri crea con i LED queste ‘creatura totem da videogame in stile retrò’.

Si tratta di un piccolo progetto, buono per i novizi in elettronica che vogliono imparare e poi avere qualcosa di accattivante da indossare in seguito.

Noi di Wearable Electronics For Fashion abbiamo creato questo esclusivo Kit WEFF 09 per creare questo delizioso oggettino da sfoggiare.

Come al solito il Kit comprende tutti componenti elettronici necessari ed un tutorial in Italiano PDF pieno di foto, schemi e link che vi accompagnerà passo a passo e vi fornirà tutte le istruzioni necessarie per ben portare a termine il progetto.

Vi esortiamo ad utilizzare il Kit ed il tutorial compreso come punto di partenza, quindi sperimentate il progetto inserendolo in un  altro accessorio, per qualsiasi altro uso creativo oppure realizzare nuove animazioni.

Potete scegliere se usare Gemma o Adafruit Trinket (il prezzo sarà lo stesso)

Il KIT WEFF 09 comprende:

Il KIT non comprende:

Se usate Trinket, un pezzetto di guaina termo-restringente (sarà compresa nel KIT) può risultare utile per coprire alcune connessioni; tra l’altro è più pulito rispetto ad alternative come il nastro isolante

weff-09-01

Fonte: Adafruit Industries

Come creare un accessorio di moda intelligente che cambia colore per adattarsi ai tuoi abiti.

Avete mai desiderato possedere vestiti che possono cambiare di colore per abbinarsi fra di loro? Questo progetto insegna come realizzare un accessorio di moda intelligente ad effetto ‘CAMALEONTE’ da potere utilizzare su ogni abito utilizzando un sensore di colore e pixel a variazione cromatica. Basta avvicinare il sensore al colore che desiderate indossare ed il  vostro accessorio si illuminerà proprio con una luce di quella tonalità.

Wearable Electronics For Fashion ha creato un esclusivo Kit per creare il vostro personale accessorio ‘camaleonte’.

Nel Kit troverete oltre  le forniture elettriche ed elettroniche necessarie (ovviamente gli strumenti tipo multimetro, saldatore, ecc. non sono compresi ma trovate una vasta scelta nel nostro e-commerce) anche  un tutorial PDF tutto in Italiano, pieno di foto .


flora-wearable-electronic-platform-arduino-compatible-v3-300x300
Il progetto spiegato mette in scena una sciarpa ma voi potete “camaleontizzare” quello che desiderate!

All’interno del Kit troverete anche tutte le istruzioni e link per stampare in 3D dei “diffusori di luce” (questo passaggio è opzionale) da cucire all’interno dell’accessorio.

Come sempre vi esortiamo ad utilizzare i nostri  Kit ed i relativi  tutorial sempre come punto di partenza, quindi sperimentate il progetto inserendolo in un altro tipo di accessorio oppure per qualsiasi altro uso fantastico.

Questo esclusivo Kit  della Wearable Electronics for Fashion comprende:

weff-sciarpa-camaleonte

COME REALIZZARE UN BOUQUET DA SPOSA INTELLIGENTE E ROMANTICO.

In questo tutorial vi spieghiamo come creare una coppia di ACCESSORI SMART  CHE AUMENTANO D’INTENSITÀ LUMINOSA TANTO PIÙ UNO È VICINO ALL’ALTRO.  Il progetto illustrato mette in scena un bouquet da sposa ed il fiore all’occhiello dello sposo ma siamo sicuri che vi servirà da esempio e da trampolino (come sempre) per dare libero sfogo alla vostra fantasia.

Noi per esempio abbiamo immaginato di adattarlo alle prossime feste di fine anno ed al rituale bacio di buon augurio sotto il vischio: quando gli invitati (tutti muniti di spilla interattiva) si avvicinano al mazzetto di vischio tradizionalmente sospeso in alto (magari ad un lampadario) la loro piccola luce inizia a brillare più intensamente ed ognuno ha come impegno di baciare (sotto il mazzo di vischio) l’altro invitato la cui luce ha la stessa intensità!

Il progetto di cui vi spiegheremo passo-passo la realizzazione, parte da una romantica frase che spesso gli innamorati si scambiano: “Tu sei la luce dei miei occhi” oppure “Quando arrivi tu tutto si illumina intorno a te”.

Quindi niente di più poetico che condividere  questa “splendida” esperienza con tutti gli invitati al matrimonio!

Due moduli Feather 32u4 Radio insieme ad alcuni discreti neopixels sono nascosti all’interno del mazzo di fiori della sposa e nel fiore all’occhiello dello sposo.

Utilizzando le misure dell’intensità del segnale radio, si può determinare più o meno quanto siano distanti fra di loro le due schede Feather. Quando le due schede si avvicinano una all’altra, le luci collegate brillano più intensamente, e quando invece le schede si allontanano le luci si abbassano fino ad un leggero scintillio!

Mentre la sposa percorre la navata, il suo bouquet lentamente aumenta di luminosità fino a divenire “raggiante” quando lei è in piedi di fianco al suo futuro marito.

Come detto precedentemente potete applicare questa tecnica anche con altre parti dell’abito o altri accessori: funzionerà molto bene! Provate a ritrovate il vostro compagno nell’oscurità del dopo party seguendo la luminosità del suo cappello.

Il materiale che vi serve

Per la realizzazione di questo progetto la Wearable Electronics For Fashion ha creato e messo in vendita un esclusivo kit che comprende non solo tutto il materiale elettrico ed elettronico di cui avete bisogno ma anche il tutorial in lingua italiana pieno di foto e spiegazioni passo-passo. Cliccate qui per il link.

Per quanto riguarda le forniture tipo fiori, nastro decorazioni e spille vi lasciamo liberi di acquistarli e sceglierli, secondo il gusto personale, in una cartoleria ben fornita o negozio di hobbisti.

Consiglio

Ogni volta che si lavora con i neopixels, bisogna fare dei test ad ogni passaggio per evitare corto circuiti o anticipare eventuali errori. La maniera più semplice per testare i neopixels sta nell’usare un microcontrollore Gemma e alcuni morsetti a coccodrillo. Gemma è poco costoso e davvero facile da usare per la prototipazione. Potete testare qualsiasi combinazione di cavi, senza saldature o pasticciare in giro con breadboard e piedinature. Per di più vedrete accendere le vostre luci subito e questo rende l’intero processo molto più divertente e soddisfacente.

Quindi: quando comprerete il kit vi verrà inviato il tutorial tutto in Italiano in formato PDF e potrete subito iniziare a realizzare il vostro progetto.

proximity_daveandtia

Auguri a Dave e Tia!

 

 

Cosa è e come usare MAKEY MAKEY

MAKEY MAKEY È UN KIT D’INVENZIONE CHE, GRAZIE AD UN’ASTUZIA, PERMETTE DI FARE ‘CREDERE’ AL VOSTRO COMPUTER CHE QUASI TUTTO PUÒ ESSERE UNA TASTIERA DI COMPUTER.

CI PIACE PERCHÉ: è un regalo intelligente per tutti coloro che vogliono apprendere l’elettricità, che desiderano mettere in moto la fantasia e creare da soli tutta una serie di dispositivi per il proprio computer. Oppure è un ottimo strumento per educatori alla ricerca di stimoli nuovi per i propri allievi.

MaKey MaKey consente di collegare tutti i tipi di cose divertenti come input.
Ad esempio, giocare con una tastiera in pongo, o suonare il pianoforte con la frutta.

Guardate i video: sono solo alcune delle soluzioni possibili.

Il Makey Makey (disponibile in vendita presso il nostro Shop Wearable Electronics For Fashion) utilizza un’elevata resistenza di commutazione per rilevare quando fate un collegamento anche attraverso materiali che non sono molto conduttivi (come foglie, pasta o le persone).

Utilizzando il Makey MaKey si può trasformare qualsiasi cosa in un tasto! Ma come fare? Semplicemente collegando un paio di morsetti a coccodrillo.

Benvenuti nel mondo di MaKey MaKey! Un mondo in cui gli oggetti di uso quotidiano sono molto di più di quello che sembrano. Le banane sono molto di più di un frutto curvo, sono le chiavi di un pianoforte virtuale.

Il pongo non è solo un bel gioco per bambini, ma grazie a MaKey MaKey ha la stessa potenza di controllo che c’è su Pacman: giù! a sinistra! a destra!

Ed i vostri semplici disegni a matita diventano un portale per il Portale!

Siate pronti a guardare ogni giorno gli oggetti di uso quotidiano in una luce completamente nuova: questi diventano il vostro personale kit di costruzione.

Lo scopo di questo tutorial è quello di aiutarvi ad installare ed usare subito  MaKey MaKey.

Le sezioni sono suddivise in pagine, che coprono i seguenti argomenti:

  • Cos’è il MaKey MaKey? Cosa è quello che c’è sulla MaKey MaKey?
  • Installazione del MaKey MaKey – Come collegare la scheda, ed installarla. Attenzioni extra per Windows che richiede un driver da installare.
  • Eseguire la prima chiave – Come utilizzare i cavi con la banana per creare il primo pulsante MaKey MaKey.
  • Risorse per andare oltre – Link per ispirare ed educare.

Il tutorial completo tutto in italiano, pieno di foto e link sarà inviato in formato PDF a tutti coloro che acquisteranno il Kit MAKEY MAKEY disponibile nel nostro Shop Wearable Electronics for Fashion.

 

Come realizzare un rilevatore portatile per verificare la presenza di livelli pericolosi di gas

TUTORIAL PER CREARE UN MONITOR “CANARINO” CONNESSO AL WEB (GPL, METANO, CO)

Utilizzando un microcontrollore le letture fatte dai sensori vengono convertite in parti per milione (‘PPM’) e, stabilita la sensibilità che volete impartire al vostro monitor, si accenderà un allarme acustico o luminoso.

Questo tutorial è molto interessante per studiare qualità dell’aria e capire come cambiano i livelli dei gas, e perché. Possiamo approfittare per comprendere i vari gas che si trovano nel nostro ambiente di lavoro, in casa, in giardino….e cosa rende alcuni di loro così tanto pericolosi.

Tutti i componenti che servono per realizzare questo rilevatore sono in vendita nel nostro e-shop Wearable Electronics For Fashion.

Il Tutorial, in formato PDF, è tutto in Italiano, pieno di foto e con tutti i link necessari per la programmazione, verrà inviato gratuitamente a tutti i gentili clienti che acquisteranno i tre sensori di gas:


Carbon-Monoxide-Sensor-MQ-7-09403-01-400x350Carbon Monoxide Sensor – MQ-7

SENSORE DI MONOSSIDO DI CARBONIO – Questo è un sensore di monossido di carbonio (CO) semplice da usare, adatto per rilevare le concentrazioni di CO nell’aria. L’MQ-7 è in grado di rilevare le concentrazioni di gas-CO da 20 a 2.000 ppm. Questo sensore ha un’alta sensibilità e dei tempi di risposta rapidi. L’uscita del sensore è […]

Methane-CNG-Gas-Sensor-MQ-4-09404-01-400x350-1LPG Gas Sensor – MQ-6

SENSORE DI GAS GPL – MQ-6 Questo è un semplice sensore di gas di petrolio liquefatto (GPL) ed è adatto per rilevare concentrazioni nell’aria di GPL (composto prevalentemente da propano e butano). L’MQ-6 è in grado di rilevare ovunque le concentrazioni di gas da 200 a 10000ppm. Questo sensore ha un’alta sensibilità e dei tempi di […]

Methane-CNG-Gas-Sensor-MQ-4-09404-01-400x350

Methane CNG Gas Sensor – MQ-4

SENSORE DI GAS METANO –  Questo è un semplice sensore da usare con il gas naturale compresso (CNG), adatto per il rilevamento di gas naturale (composto principalmente da metano ‘CG4’) nelle concentrazioni d’aria. Questo sensore ha un’alta sensibilità e dei tempi di risposta rapidi. L’uscita del sensore è una resistenza analogica. Il circuito di razionamento è […]

FinalMonitor_Outside1

Come realizzare guanti luminosi da Super Eroi

TUTORIAL PER CREARE DEI GUANTI PIENI DI LUCE

Questo tutorial è veramente simpatico e non troppo difficile da realizzare. Forse ad alcuni apparirà solo qualcosa di carnevalesco o burlesque ma sicuramente per molti di voi sarà lo spunto per creare qualcosa di diverso, più importante o più grande, comunque un buon esercizio per apprendere ad usare la Feather M0 Adalogger.

In un mondo dove l’oscurità dilaga ..
Dove i cattivi cospirano ed i criminali corrono per le strade …
Un Maker è emerso per respingere il buio. Guanti fiammeggianti che rendono il nostro eroe capace di saltare su alti edifici con un solo balzo e rendere i nostri quartieri di nuovo sicuri.

Create anche voi i vostri guanti da eroi e sfidate l’oscurità!

La gente conta su di voi! Che cosa state aspettando?

COME FUNZIONANO

Registrare un singolo video, uno split-video o un’intera playlist di video su una scheda SD utilizzando il computer e uno script di elaborazione.
Infilate una scheda SD in ogni guanto di sfida ed avrete ore di affascinante animazione LED sui polsi, senza alcuna codifica supplementare richiesta. Dividete un video tra i due guanti o giocate con lo stesso su entrambi.
I pulsanti di controllo della playlist e della luminosità permetteranno di sincronizzare facilmente i guanti e consentire di giocare con la giusta combinazione di luce in ogni situazione.

COMPONENTI ELETTRONICI

Ecco la lista dei componenti elettronici che servono per realizzare questo progetto , potete acquistarli sul nostro e-commerce Wearable Electronics For Fashion:

Il tutorial in PDF tutto in italiano e pieno di foto e link per realizzare questi guanti (tutorial WEFF 1015/2016) sarà inviato a coloro che acquisteranno i prodotti qui sopra elencati

 

Nuovo prodotto SparkFun per gestire al meglio la batteria

La SparkFun Battery Babysitter è un gestore della batteria tutto-in-uno per una singola cellula ai polimeri di Litio (LiPo).

Per metà carica-batteria, e per metà monitora la batteria: garantisce che l’alimentazione della batteria nel vostro progetto funzioni in modo sicuro ed ampio.

È un prodotto molto interessante e nuovo.

A tutti coloro che acquisteranno sul nostro E-commerce Wearable Electronics for Fashion lo SparkFun Battery Babysitter verrà inviato gratuitamente ed in formato PDF  la guida all’uso tutta in Italiano e piena di foto.

babysitter-microview

Come pianificare un progetto di elettronica da indossare.

Tutorial in 6 steps per  organizzarsi e creare un progetto di wearable elettronics di successo.

L’elettronica indossabile può essere un’attività affascinante ma allo stesso tempo frustrante per i principianti. Oltre alla progettazione ed alla codifica, bisogna anche prendere in considerazione il tempo da dedicare al cucito, e gli inconvenienti causati dai diversi tessuti o materiali che corredano i circuiti.
Questa è una semplice guida in 6 punti per la pianificazione di un progetto di successo con LilyPad od altri prodotti indossabili.

1 – Brainstorming (Riflettete )

Iniziamo creando una bozza di quello a cui il nostro progetto assomiglia e cosa fa. Usate il metodo che più vi assomiglia, come ad esempio:

  • La creazione di una scheda o di un collage a cui ispirarvi
  • Disegnare degli schizzi in un notebook
  • Scrivere un elenco di funzionalità o idee per le funzioni o il disegno del progetto
  • Fare della ricerca on-line e raccogliere delle ispirazioni per il progetto
  • Fare una lista dei desideri di hardware che si vogliono utilizzare
  • Fare una lista dei materiali che desiderate utilizzare
  • Andare in un magazzino di abiti usati o gettare uno sguardo al guardaroba per trovare del materiale da utilizzare per costruire un progetto.

 

2 – Conoscere i propri limiti

È molto facile sognare un progetto incredibilmente complesso oltre le vostre capacità personali, soprattutto quando si inizia con una nuova tecnologia. Pianificare e delineare le vostre idee contribuirà a dare un senso di scala e di tempo necessari per completare il progetto.
Se siete totalmente nuovi rispetto ai Wearables, perché non provate intanto ad adattare un progetto già esistente che potreste trovare fra i nostri tutorial, oppure partire da un progetto più piccolo che può richiedere un paio di orette rispetto ad un paio di settimane per essere completato?

Ulteriori suggerimenti di Brainstorming:

  • Tenere un elenco di tutti i componenti che vi servono: le materie prime (articoli di tessuto o speciali), insieme ad uno qualsiasi dei vostri appunti di brainstorming
  • Partire da un progetto con un indumento o tessuto già esistente: scattare foto, farne degli schizzi, o tracciare dei dettagli chiave su carta per pianificare lo schema del circuito.
  • Se progettate un abito a partire da zero: decidete fin dall’inizio il momento in cui inserire i componenti, quando cucirli ed quando il cablaggio (con il filo conduttore) deve iniziare a funzionare.
  • Individuare eventuali aree problematiche prima di iniziare a costruire: considerate dove installare i componenti affinché il progetto si facile da cucire e di facile accesso.
Pianificazione progetto wearable electronics StickerPlanning

Questo studente ha usato un immagine LilyPad stampata per pianificare il posizionamento esatto di un patch che in seguito sarà cucito dietro il logo di una t-shirt

 

3 – Check-list della pianificazione del progetto

Ecco una lista di domande a cui rispondere per pianificare il vostro progetto:

Qual’è il materiale o il tessuto di base?
Deve essere delicato, elastico, sottile? Potrebbe essere necessario del materiale di rinforzo, come per l’interfaccia affinché i componenti non si allentino e non si muovano sul tessuto.

– Quanto volete sia duraturo il vostro progetto?
Volete creare soltanto il vostro fiore all’occhiello o volete realizzare un progetto valido per tante utilizzazioni (ad esempio un progetto teatrale che ha bisogno di sopravvivere a molteplici prestazioni)? La saldatura dei componenti può essere una soluzione più durevole rispetto alla cucitura. Il filo ricoperto di silicone è una grande opzione se si decide di saldare insieme i componenti. Anche il cavo a nastro può essere una buona soluzione per progetti con più linee di filo come quelle a tre o quattro connessioni necessarie per la scheda LilyPad Pixel. Rafforzare o ricoprire i componenti che si trovano nelle aree ad alta flessibilità o usura importante per una maggiore longevità del vostro progetto.

– Voglio che il circuito si veda o desidero che sia nascosto?
Nascondere i componenti sotto uno strato o dei rivestimenti manterrà la qualità ‘magica’ del circuito, mentre la costruzione sulla parte esterna dell’abito può incorporare delle schede come elementi decorativi. Potete fare degli esperimenti decorativi con accessori come le perline, paillettes o bottoni per nascondere strategicamente i componenti che si confonderanno fra gli altri. Se utilizzate degli oggetti decorativi con una finitura metallica, realizzate una copertura con dello smalto trasparente per evitare cortocircuiti accidentali con il filo o i componenti.

– Sarà facile accendere qualsiasi interruttore, batteria o sensore?
Dovranno essere considerati tutti gli ingressi da utilizzare per conoscere dove si trova il luogo più ragionevole per chi indossa il capo per accedere a questi componenti. Per esempio se posizionate un interruttore sulla parte posteriore dell’abito questo sarebbe inaccessibile per l’utilizzatore (a meno che la persona non sia snodabile). Una posizione più ragionevole potrebbe essere lungo l’abito o sulle maniche.

Alcune tecnologie come il filo EL, hanno bisogno di abiti più ampi per contenere gli invertitori e le batterie che non si adattano facilmente ai progetti di abbigliamento. In altri casi, come per le batterie ai polimeri agli ioni di litio (molto delicate) potrebbe essere necessario realizzare un sacchetto o un tasca speciale per posizionarle lontane da oggetti appuntiti o da altro che potrebbe schiacciarle.

– Come potrà essere isolato il circuito?
La maggior parte dei costumi o dei progetti indossabili si muoveranno insieme al nostro corpo e quindi possono essere soggetti a corto circuiti. Per le tracce di filo conduttivo che corrono in vicinanza delle altre, si consiglia di isolare il progetto per proteggerlo da eventuali corto circuiti accidentali. Questo dovrebbe essere l’ultimo passo del progetto una volta che è stato testato (su una superficie piana, non metallica) e prima di essere indossato.

4 – Prototipazione

Dopo avere raccolto i materiali ed i componenti previsti durante il brainstorming (riflessione), è il momento di creare il prototipo del circuito. Per evitare la frustrazione di cucire insieme le cose e poi scoprire che non funzionano nel modo previsto, è consigliabile utilizzare dei morsetti a coccodrillo per collegare temporaneamente i componenti LilyPad e quindi testare il circuito e/o il codice.

Se si utilizza un prodotto che viene fornito nel formato Protosnap, come ad esempio il ProtoSnap LilyTwinkle, il Protosnap Development Board Simple, o il Protosnap LilyPad Development Board, potete fare a meno di usare i morsetti a coccodrillo nel momento in cui le tavole delle schede hanno già le tracce che le collegano. Se aggiungete dei sensori o degli altri componenti esterni allora usate morsetti a coccodrillo.

MonsterTinyGuide

Un esempio di prototipazione con dei morsetti a coccodrillo

Se state usando un microcontrollore, è arrivato il momento di iniziare a pianificare un codice (o adattare qualche esempio di codice). Un quadro di base per il comportamento del vostro progetto o l’interazione del vostro progetto completato prima di passare alla costruzione potrà aiutarvi a risolvere dei problemi prima di andare avanti nel processo. Ricordatevi che potete sempre tornare indietro e perfezionare o modificare il codice una volta che il progetto è completamente cucito insieme e fino a quando avrete lasciato un punto di connessione (i piedini FTDI se state utilizzando un LilyPad Arduino) facilmente accessibile nel vostro schema di progetto.

5 – Rifinite la vostra creazione

Dopo alcuni prototipi di base con i componenti, prendetevi un poco di tempo in più per fare uno sketch o un diagramma del layout del circuito. Questa è l’occasione per accorgervi di eventuali problemi con lo schema (tracce di filo conduttivo che si incrociano, poco spazio o mancanza di spazio fra i vari componenti, ecc.) prima di avviare il processo di costruzione. Questo disegno finale può anche servirvi come guida se i componenti sono fuori posto o vengono spostati durante il processo di compilazione.

Pianificazione progetto wearable electronics HoodieDesign

Un esempio di un layout di progetto creato con un programma di grafica – notate l’inclusione di un diagramma del capo e l’etichettatura dettagliata delle istruzioni per le schede

Pianificazione progetto wearable electronics JediPlanning

Questo progetto utilizza un volantino per finalizzare il layout del circuiti

6 – Diagrammi con Fritzing

Fritzing è un grande strumento open source che permette di progettare uno schema e i diagrammi di cablaggio. Il programma permette di trascinare e deporre dei componenti in una finestra e di inserire le linee di cablaggio fra di essi per meglio riflettere o come documentazione dei collegamenti. Se preferite un computer che genera manualmente degli sketch, Fritzing è un’eccellente scelta che vi viene fornita pre-caricata con un sacco di componenti LilyPad da usare.

Pianificazione progetto wearable electronics FRITZING

Un esempio di diagramma di progetto LilyPad Arduino creato con Fritzing

Dopo avere fatto un disegno finale è il momento di collegare l’elettronica. A seconda del disegno, si può anche decidere di collocare i pezzi ritagliati sul progetto per pianificarne il posizionamento finale.

Assicuratevi di scollegare qualsiasi fonte di alimentazione o la batteria mentre muovete i pezzi per evitare dei corto-circuiti causati da una disconnessione accidentale dei morsetti a coccodrillo o dei componenti che si toccano durante il movimento.

6 – Tempi di costruzione

Ora che abbiamo realizzato tutta la pianificazione, possiamo passare al momento della costruzione del progetto.

Suggerimenti per la costruzione:

  • Dividere il lavoro in sezioni o fasi di costruzione, come il cucito di un LilyPad Arduino per primo e di lavorare su dei LED e dei sensori a zona.
  • Se possibile, prototipate e testate le connessioni una volta completate. Questo evidenzierà gli eventuali problemi prima che il progetto sia finito dandovi il tempo di apportare delle correzioni o dei cambiamenti se necessario.
  • Mai lavorare su un progetto alimentato. Ricordate che il filo conduttore normalmente non è un filo isolato. Se state provando una sezione del progetto assicuratevi di avere scollegato oppure disattivato prima di riprendere di nuovo la costruzione.

 

Fonte: Gella (SparkFun)

Come realizzare una nuvola da salotto interattiva e connessa

TUTORIAL per realizzare una nuvola da salotto connessa al tuo cellulare

Nuvola Nuvolosa da interni con eccezionali effetti di luce

Perché a casa tua sei tu che fai il buono ed il cattivo tempo!

Finalmente l’Estate!
E…. per non perdere l’abitudine ai temporali invernali ci costruiamo una bella nuvoletta (stile Rag. Fantozzi) da tenerci in casa!
Questo progetto ci è piaciuto perché, anche se non è nato per la wearable può, con un poco di fantasia, adattarsi ad un vestito o ad un accessorio di moda.
La possibilità di guidare i colori dal nostro telefonino e quindi decidere che “ambient” vogliamo instaurare rende la nuvoletta un oggetto divertente e molto decorativo.
Possiamo usare tutti i colori dell’arcobaleno anche in funzione del tempo che fa fuori e creare effetti di lampi, effetto nuvola rossa/rosa al tramonto sul mare, ecc.
Possiamo addirittura collegare la nostra nuvola da salotto alla Meteo!

Wearable Electronics for Fashion ha creato in esclusiva il kit per realizzare la nuvola a casa tua grazie ad un tutorial dettagliatissimo, tutto in Italiano e pieno di foto e link.

All’interno del Kit trovate tutti i componenti elettronici necessari ma non le forniture per realizzare fisicamente la nuvola perché potete adattare il progetto anche ad un altro oggetto, comunque sono forniture di facile reperibilità.

Il Kit per la nuvola da salotto interattiva che trovate sul nostro e-commerce è perfetto per questo progetto.

Questo kit è stato creato da Wearable Electronics for Fashion e contiene tutte le forniture elettroniche necessarie, bastano un paio di strumenti basici in più e potete mettervi subito a lavoro.

 

Nuvola da salotto interattiva Cloud_Cloud_Project-02

 

Se non disponete del Kit per la nuvola da salotto interattiva avrete bisogno di:

ATTENZIONE: SparkFun ESP8266 Thing vi serve solo se desiderate una nuvola connessa al cellulare!

Avrete bisogno in ogni caso di:

  • Lungo filo elettrico per il collegamento dell’alimentazione alla nuvola (ad esempio il filo stereo)
  • Lanterne di carta (bianche)
  • Materiale di riempimento per cuscini (ad esempio polyfil)
  • Tanta colla a caldo trasparente ed una pistoletta per colla a caldo
  • Filo da pesca
  • Un bastoncino di di legno per il supporto lungo circa 90cm
  • Una fonte di energia: avrete bisogno di qualcosa che può inviare 5V e 4A, ma per avere dei migliori risultati potete ottenere una fonte
  • di alimentazione più costosa a 6V e 8A.

Noi non vi forniamo questo materiale perché potreste avere in mente di realizzare qualche altro oggetto illuminato e connesso.

COSTRUZIONE…….

l tutorial completo in PDF sarà inviato a tutti i gentili clienti che acquisteranno il Kit per la nuvola da salotto interattiva presso Wearable Electronics for Fashion .

 

Come assemblare il Kit SHAPEOKO

TUTORIAL per assemblare il kit Shapeoko Deluxe: un desktop, una macchina CNC a 3-assi che permette di creare i vostri disegni 2D e 3D a partire da metalli non ferrosi, fogli di legno e plastica.

Questa speciale edizione di SparkFun del kit Shapeoko comprende tutto, dal telaio di base e l’hardware per i motori ed il controllore SparkFun Stepoko.

Lo SparkFun’s Deluxe Shapeoko kit è un Carbide3D Shapoko 3 di colore rosso SparkFun e con la nostra unità di lettura di fresa a 3 assi opensource, lo Stepoko.

Lo trovate in vendita presso il nostro e-commerce Wearable Electronics for Fashion

GUIDA AL CONTENUTO

Questa guida vi riporta alle istruzioni di montaggio della Shapeoko, poi passa attraverso le fasi finali ed aggiunge una parte dedicata all’elettronica della macchina.

MATERIALI RICHIESTI

  • Istruzioni di montaggio Shapeoko – leggere prima di togliere il tutto dalla scatola.
  • Shapeoko Deluxe Kit Contents PDF – Il presente elenco rispecchia esattamente ciò che c’è nel kit Deluxe e può essere utilizzato per verificare la spedizione prima di iniziare il montaggio.
  • Un metro o poco più di filo di riserva
  • Un saldatore ed un poco di filo di stagno
  • Una chiave esagonale da 2.5mm per le clip della cintura
  • Pinze o piccola chiave inglese regolabile

ASSEMBLAGGIO

 

 

overview

Il kit completo. In questa foto, le parti Shapeoko sono state montate come dalla guida Shapeoko, e le parti del kit SparkFun sono mostrate accanto.

….

Il tutorial completo in PDF sarà inviato a tutti i gentili clienti che acquisteranno lo  SHAPEOKO DE LUXE KIT presso Wearable Electronics for Fashion .

 

COME REALIZZARE UN INDUMENTO CHE REAGISCE ALLA GEOLOCALIZZAZIONE

TUTORIAL IN ITALIANO PER CREARE UN VESTITO CONNESSO AL GPS

Create un indumento connesso che reagisce alla vostra posizione facendo cambiare colore ai LED: quando siete arrivati a destinazione le luci intorno al collo della vostra giacca iniziano a lampeggiare!

Il tutorial tutto in Italiano e pieno di foto, spiega come realizzare una giacca con GPS Flora che traccia le vostre coordinate inviando degli impulsi alle luci cucite attorno al collo una volta raggiunta la vostra destinazione.
Modificate i vostri punti di riferimento e la gamma nel codice di progetto fornito per attivare la luce sul vostro indumento quanto siete vicino al vostro bar preferito od un luogo perfetto per il picnic.

GLI STRUMENTI E LE FORNITURE DI CUI AVETE BISOGNO

flora_ID1090_LRG

Il Kit Flora GPS Starter Pack è perfetto per questo progetto. Questo kit è disponibile sul nostro sito di e-commerce Wearable Electronics for Fashion e contiene tutte le forniture necessarie, bastano un paio di strumenti in più e potete mettervi subito a lavoro.

Se non disponete del Kit ‘Flora GPS Starter Pack’, avrete bisogno di:

FILO CONDUTTORE

Il filo conduttore a tre capi è la cosa migliore per tessuti spessi come quelli della giacca ma potete usare il filo a 2 capi. Non dimenticate gli aghi da cucito e le forbici.

Consultate la nostra guida per lavorare con il filo conduttore 

TESTER (multimetro)

flora_71temp_LRG Avrete bisogno di un buon multimetro di base di qualità in grado di misurare la tensione e la continuità.

MORSETTI A COCCODRILLO

Ideali per testare il vostro circuito, questi morsetti a coccodrillo possono connettersi a diversi componenti, possono collegare i fili conduttivi al multimetro per misurare la continuità e la resistenza.flora_1008_LRG

Cliccate qui per acquistare una serie di piccoli cavi con morsetti a coccodrillo .

BOTTONI A PRESSIONE (facoltativi)

I bottoni a pressione possono essere usati per delle connessioni rapide delle carte dei circuiti. Potete cucirli con il filo conduttivo oppure saldarli sui circuiti stampati.

Cliccate qui per comprare un set di bottoni automatici in metallo .