Rss

  • linkedin

Capigliatura smart?

Non sto parlando dei bei capelli biondi del Principe Azzurro!

principe-capelli

Io non parlo neanche di capelli che magicamente restano sempre ben pettinati ed alla moda, di capelli che non diventano bianchi, che non imbiancano o che non cadono!

calvo-150x150

Semplicemente toccandovi i capelli potete comunicare con il vostro smartphone, inviare un messaggio, domandare aiuto, registrare, filmare …

HAIRWARE-1

Nell’era della tecnologia indossabile una nuova invenzione è arrivata: noi tutti potremo controllare ill nostro telefonico attivando dei sensori nascosti nei nostri capelli.

Katia Vega (insieme a Marcio Cunha e Hugo Fuks) dell’Università Pontificale Cattolica di Rio de Janeiro ha avuto questa idea ed ha creato un prototipo chiamandolo “HAIRWARE”.

La Dottoressa Vega ha intrecciato fili conduttivi  con filamenti di capelli metallici ed ah creato extensions che sembrano naturali. Queste extensions, come quelle che ci aggiunge il nostro parrucchiere di fiducia, hanno una clip alla quale  la Vega ha aggiunto un commutatore che comprende un microcontrollore ARDUINO ed una radio Bluetooth.

Arduino, grazie ad un algoritmo, comprende quando l’utilizzatore agisce sui capelli e la radio attica una aplicazione o invia un messaggio allo smartphone.HairwarePrototype-1024x768

HAIRWARE potrà essere utilizzato per la sicurezza personale quindi come strumento di protezione contro situazioni a rischio. Potrà essere utilizzato come un dispositivo di alarme che invia dei messaggi relativi al luogo dove si trova l’utilizzatore. Se integrato con un RFDI e altri sensori potrebbe essere usato per fornire prove davanti un giudice.

katia-vega

KATIA VEGA

Katia Vega ci spiega come funziona:

“Hairware agisce ome un sensore tattile capacitivo che intercetta le variazioni tattili sui capelli e utilizza degli algoritmi di apprendimento automatico alfine di riconoscere l’intenzione dell’utilizzatore.

Extensions di capelli artificiali sono stati chimicamente metallizzati per diventare conduttivi ed abbiamo cercato di lasciare una colorazione il più naturale possibile. Degli strati di materiale non conduttivo sono stati aggiunti non solo per isolare i capelli dalla pelle ma anche per migliorare i valori del condensatore del sensore.

Ogni volta che l’utilizzatore tocca l’alto, il medio o la punta del capello il sensore comprende i differenti valori. Ogni volta che un dito tocca Hairware che un ritardo nell’impulso e questo tempo è calcolato dal microcontrollore.

Nella percezione comune toccarsi i capelli è cosa normale ma Hairware rivoluzionerà questo banale comportamento producendo messaggi non verbali e non decodificatili dagli osservatori”


Hairware aggiunge un uso ed una funzione cosciente ad un comportamento per lo più incosciente.

La prossima volta che avete una conversazione con qualcuno che sembra giocare innocentemente con i suoi capelli, dovrete riflettere due volte sulle sue intenzioni!

Romana Cardinale

Romana Cardinale

Stilista e Responsabile E-cucito.
Art Director, Esperta E-textile e Responsabile progetti.
Web Designer.
Romana Cardinale

Articolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *