Rss

  • linkedin

I GUANTI MUSICALI di IMOGEN HEAP

IMOGEN HEAP USA LA TECNOLOGIA INDOSSABILE PER CREARE MUSICA.

La Heap ed i suoi guanti musicali

La Heap ed i suoi guanti musicali

E se la musica elettronica potesse essere eseguita semplicemente con il movimento del polso, o la torsione della mano? Senza usare né pulsanti né cursori?

Imogen Heap e la sua società di Tecnologia Indossabile Mi.Mu stanno lavorando in questo senso con la creazione di guanti innovativi.
Non è facile vedere un musicista all’opera mentre suona della musica elettronica. Grazie a questi guanti questo tipo di musica diventa può percepibile sia visivamente che emotivamente.
Chi li indossa po’ puntare il dito, stringere la mano in un pugno, muovere la mano da sinistra a destra, in alto ed in basso: ognuno di questi gesti viene registrato come un’istruzione diversa per il software musicale. L’utilità della tecnologia indossabile è infinita come infiniti sono i gesti che si possono compiere indossandola.

«Volevo trovare il modo per essere molto espressiva. Questi strumenti software creano degli effetti che mi permettono di dimostrare quello che sento attraverso la musica che esce fuori dalle casse » ha detto Imogen Heap in un intervista su Dezeen.

« Quindi potere liberarmi sul palco per mezzo dei miei brani tecnologici e colmare in questo modo la distanza che c’è fra il palco ed il pubblico » ha aggiunto « Ho voluto creare qualcosa manipolando il computer e spostandolo in modalità wireless in modo tale che la musica assomigliasse più ad una danza che ad un movimento meccanico come fare pressione su un tasto o l’uso del Fader ».

Per dimostrare la potenza di questa nuova tecnologia, Heap ha creato una canzone chiamata « Me and the Machine », che è stata composta con i guanti, ed ha anche realizzato un video nel quale essa stessa si muove come se fosse un direttore di orchestra.

I guanti non sono ancora in commercio, ma è possibile fin da ora partecipare ad una campagna di sostegno ed essere fra i primi della lista quando usciranno.

I guanti hanno un grande potenziale perché il software e l’hardware sono open source. Potrebbero essere usati anche per altri scopi non necessariamente musicali.

Tra l’altro questa tecnologia wireless può essere facilmente manipolata nel mondo della tecnologia indossabile.

La Heap pensa che la forza di questo dispositivo consiste nel fatto che esso diviene organico al modo di fare musica: « Quando mi vedi suonare tutto sembra estremamente facile, il movimento accompagna la musica e viceversa. Tutto e armonioso. Non si vedono più neanche gli errori. È così naturale da fare scomparire la tecnologia ».

ROSARIA MACAIONE

ROSARIA MACAIONE

Esperta in Elettronica ed Elettrotecnica.
Responsable Wearable Electronics & Computing
ROSARIA MACAIONE

Latest posts by ROSARIA MACAIONE (see all)

Articolo precedente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *