Rss

  • linkedin

Il reggiseno che aiuta a curare il cancro al seno.

COME UN SEMPLICE REGGISENO PUÒ CAMBIARE E SALVARE LA VITA DELLE DONNE A RISCHIO DI CANCRO AL SENO.

In tutto il mondo ogni anno milioni e milioni di donne ricevono una diagnosi di cancro al seno.

La Wearable Technology ancora una volta protagonista nella prevenzione medicale.

Il farmaco migliore per trattare il cancro al seno è il tamoxifene ed ogni giorno migliaia di donne devono procurarsi questo fondamentale medicinale di cui il loro corpo ha bisogno.

Da Costa

Sarah Da Costa spiega la microincapsulazione del farmaco

 

In Inghilterra Sarah Da Costa è student Masters nel corso Material Futures design-meets-science-and-technology ed ha inventato un reggiseno in grado di fornire il Tamoxifene attraverso la pelle della donna esattamente dove essa ne ha bisogno.

 

Le piccole foglie da inserire nel reggiseno

Le piccole foglie che vanno inserite nel reggiseno

 

Il farmaco è inserito in microcapsule all’interno di bollicine realizzate in materiale biopolimero all’interno del tessuto del capo. Queste bollicine di nano-farmaco gradualmente e delicatamente scoppiano grazie all’umidità, all’attrito ed al calore del seno, assicurando così un rilascio lento e costante nel corpo della donna passando dal tessuto direttamente sulla pelle.

“Piuttosto che un patch questa è una prassi migliore per rilasciare dolcemente e costantemente il medicinale ” spiega Da Costa che nella sua carriera vanta una forte esperienza nel settore farmaceutico.

Tamoxifen è derivato dalla pianta Digitalis o Foxglove e è per questo che Da Costa ha scelto di nominare il biopolimero Foxleaf. Il piccolo morbido modulo a forma di foglia da inserire nel reggiseno è progettato per durare un mese dopo di che va sostituito, è completamente biodegradabile e le microcapsule sono colorate in modo che l’utente sappia quando il farmaco è esaurito o prossimo all’esaurimento.

Con molta probabilità il reggiseno sarà in commercio solo tra quattro anni grazie alla collaborazione con il marchio di lingerie Agent Provocateur.

La Da Costa si immagina anche mutande per uomini affetti da cancro alla prostata o biancheria da letto intelligente per malati.

 

Reggiseno foxleaf

Il reggiseno Foxleaf di Sarah Da Costa

 

Questo reggiseno si aggiunge al palmares della Wearable Technology ed ancora una volta ci fa pensare ai nostri indumenti in modo diverso.

La tecnica della microincapsulazione del tessuto rappresenta un approccio passivo alla somministrazione di farmaci attivi prescritti a lungo termine.

Ancora una volta un microsensore inserito in un capo di abbigliamento (il calore del corpo che libera il nano-farmaco incapsulato nel tessuto) trasforma il nostro quotidiano, ci aiuta a vivere ed a curarci.

Romana Cardinale

Romana Cardinale

Stilista e Responsabile E-cucito.
Art Director, Esperta E-textile e Responsabile progetti.
Web Designer.
Romana Cardinale

Articolo precedente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *