Rss

  • linkedin

L – P

L

LINGUAGGIO – Un linguaggio di programmazione è un linguaggio artificiale progettato per comunicare istruzioni ad una macchina ed in particolare modo ad un computer. Gli algoritmi espressi dal linguaggio di programmazione servono proprio a creare programmi che controllano il comportamento del computer.

LED di vari formati

LED di vari formati

LED – Abbreviazione di Light Emitting Diode. I LED contengono del materiale elettroluminescente: materiale che emette luce quando la corrente elettrica scorre attraverso di esso.
I LED sono polarizzati. Significa che hanno un lato positivo (+) ed un lato negativo (-) e si accendono esclusivamente quando il flusso di corrente va dal loro lato (+) al lato (-).
Se un LED, in un circuito, viene collegato al contrario, semplicemente non funzionerà. I LED sono più efficaci rispetto a qualsiasi altra fonte di luce perché, rispetto a altri tipi di illuminazione, producono più luce con minore energia.

Arduino LilyPad Simple Board

LilyPad Arduino Simple Board

LILYPAD ARDUINO SIMPLE  BOARD – Un modello di computer microprocessore molto adoperato nei progetti con e-Tessili.

LOW – Nel codice Arduino, il termine è riferito alla terra (-) dei circuiti elettrici. Terra (-) e LOW si riferiscono al terminale negativo di una batteria o di qualsiasi altra fonte di alimentazione del circuito.
LOW corrisponde sempre a 0 Volt.  Vedere anche: GROUND (-) e HIGH.

M

MICROCONTROLLOR BOARD (scheda Microcontrollore) – Un piccolo computer su un singolo circuito integrato, contenente un microprocessore, una memoria e delle periferiche programmabili INPUT/OUTPUT.
Il LilyPad Arduino SimpleSnap è una scheda microcontrollore progettata per computer da indossare e per gli e-Tessili. Può essere cucita ai tessuti ed allo stesso tempo montare non solo dei supporti per l’alimentazione, ma anche dei sensori ed degli attuatori. Viene collegata a tramite filo conduttore.

MICROCONTROLLORE – Un piccolo computer microprocessore che memorizza ed esegue programmi e controlli elettronici. I microcontrollori, come la maggior parte dei computer, hanno una memoria (utilizzata per ricordare programmi e dati di programmi) ed hanno anche un microprocessore che serve ad interpretare ed eseguire i programmi.
I microcontrollori posseggono normalmente dei pin che possono essere utilizzati per controllare dispositivi INPUT/OUTPUT.
Quando dei dispositivi, come sensori o LED, sono collegati ai pin, il microcontrollore è in grado di leggere i segnali elettrici dagli INPUT e inviare segnali elettrici tramite gli OUTPUT. Il LilyPad Arduino Simple Snap board contiene un microprocessore ATmega328. Vedere anche: PIN.

MILLISECONDI – 1/1000 di secondo. Ci sono 1000 millisecondi (1000ms) in un secondo. L’INPUT delay nella procedura Arduino è misurato in millisecondi.
Quindi delay (1000) interrompe l’esecuzione del programma per un secondo. Se invece trovate delay (100) l’esecuzione del programma sarà interrotta per 1/10 di secondo e così via.

MULTIMETRO – Uno strumento progettato per misurare la corrente elettrica, la tensione, la resistenza e questo con più gamme di valori.

N

NONCONDUCTIVE (Non conduttivo) – Un materiale che non è in grado di condurre elettricità.
Per esempio il normale filo per cucire non è conduttivo.

O

OPEN SOURCE – Un termine che viene adoperato per descrivere un programma per computer la cui fonte di codice è disponibile liberamente e pubblicamente per l’uso, per poterlo esaminare e modificare.
Condividendo software Open Source i programmatori possono collaborare, estendere ed ampliare il lavoro degli altri. Il software di Arduino è Open Source, ed anche i progetti con le schede LilyPad sono Open Source.

OUTPUT – Componente elettrico che compie delle azioni, fa qualcosa: accende, muove, crea suoni. I dispositivi OUTPUT sono luci, motori ed altoparlanti. Nel linguaggio di Arduino gli OUTPUT sono controllati grazie all’istruzione digitalWrite.

P

PIN – Parte di un microcontrollore che permette di controllare un dispositivo INPUT (come un interruttore) o un dispositivo OUTPUT (come un LED). I pin su un microcontrollore assomigliano a dei minuscoli piedini neri che si trovano sulla sua superficie. Su LilyPad Simple board e su Flora di Adafruit i pin del microcontrollore sono delle linguette forate collegabili mediante cucitura o clips. Il microcontrollore può gestire un dispositivo INPUT o OUTPUT solo se questo è collegato alle linguette. I termini pin e tab (linguetta) in questo caso possono essere intercambiabili.

POWER (Alimentazione) – Il terminale positivo (+) di una batteria o di qualsiasi altra fonte di energia in un circuito elettrico. L’alimentazione in un circuito generalmente corrisponde alla tensione massima possibile (Volt).
I progetti e gli schemi di un circuito usano il colore rosso per indicare l’alimentazione elettrica.
Nota: I circuiti possono avere tensioni differenti.
Per esempio in un circuito che usa una batteria di 3V la tensione sarà di 3 Volt. Ma se la batteria è di 3.7V la tensione sarà di 3.7 Volt.
Nel codice Arduino, la tensione è indicata con HIGH. Vedere anche: HIGH  e GROUND (-).

PROCEDURA – Ad un blocco di codice viene assegnato un nome unico. Una procedura può avere uno o più INPUT e può restituire un valore.
Quando una procedura viene ‘chiamata’, il programma va direttamente nel punto in cui è definita la procedura, esegue il blocco di codice che costituisce il corpo della procedura, e poi ritorna al punto giusto nella procedura del programma.
Il linguaggio Arduino adopera procedure come delay, digitalWrite ed analogRead.

PROGRAMMA – Una sequenza di istruzioni scritte per far sì che un computer esegua un compito specifico.

PROGRAMMING (Programmazione) – L’azione o il processo di scrittura di programmi per computer.
La programmazione è anche chiamata codifica, dal momento che viene scritta con una lingua artificiale o ‘codice’ che il computer comprende.

PROGRAMMING LANGUAGE (Linguaggio di Programmazione) (o codice) – Un linguaggio artificiale che è usato per scrivere istruzioni che possono essere tradotte in un linguaggio macchina e poi eseguite da un computer. Python, Ruby, C++, Java e Basic sono solo alcuni fra i principali linguaggi di programmazione.
Arduino è basato su una versione semplice di C++.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *