Rss

  • linkedin

COME REALIZZARE UN BOUQUET DA SPOSA INTELLIGENTE E ROMANTICO.

In questo tutorial vi spieghiamo come creare una coppia di ACCESSORI SMART  CHE AUMENTANO D’INTENSITÀ LUMINOSA TANTO PIÙ UNO È VICINO ALL’ALTRO.  Il progetto illustrato mette in scena un bouquet da sposa ed il fiore all’occhiello dello sposo ma siamo sicuri che vi servirà da esempio e da trampolino (come sempre) per dare libero sfogo alla vostra fantasia.

Noi per esempio abbiamo immaginato di adattarlo alle prossime feste di fine anno ed al rituale bacio di buon augurio sotto il vischio: quando gli invitati (tutti muniti di spilla interattiva) si avvicinano al mazzetto di vischio tradizionalmente sospeso in alto (magari ad un lampadario) la loro piccola luce inizia a brillare più intensamente ed ognuno ha come impegno di baciare (sotto il mazzo di vischio) l’altro invitato la cui luce ha la stessa intensità!

Il progetto di cui vi spiegheremo passo-passo la realizzazione, parte da una romantica frase che spesso gli innamorati si scambiano: “Tu sei la luce dei miei occhi” oppure “Quando arrivi tu tutto si illumina intorno a te”.

Quindi niente di più poetico che condividere  questa “splendida” esperienza con tutti gli invitati al matrimonio!

Due moduli Feather 32u4 Radio insieme ad alcuni discreti neopixels sono nascosti all’interno del mazzo di fiori della sposa e nel fiore all’occhiello dello sposo.

Utilizzando le misure dell’intensità del segnale radio, si può determinare più o meno quanto siano distanti fra di loro le due schede Feather. Quando le due schede si avvicinano una all’altra, le luci collegate brillano più intensamente, e quando invece le schede si allontanano le luci si abbassano fino ad un leggero scintillio!

Mentre la sposa percorre la navata, il suo bouquet lentamente aumenta di luminosità fino a divenire “raggiante” quando lei è in piedi di fianco al suo futuro marito.

Come detto precedentemente potete applicare questa tecnica anche con altre parti dell’abito o altri accessori: funzionerà molto bene! Provate a ritrovate il vostro compagno nell’oscurità del dopo party seguendo la luminosità del suo cappello.

Il materiale che vi serve

Per la realizzazione di questo progetto la Wearable Electronics For Fashion ha creato e messo in vendita un esclusivo kit che comprende non solo tutto il materiale elettrico ed elettronico di cui avete bisogno ma anche il tutorial in lingua italiana pieno di foto e spiegazioni passo-passo. Cliccate qui per il link.

Per quanto riguarda le forniture tipo fiori, nastro decorazioni e spille vi lasciamo liberi di acquistarli e sceglierli, secondo il gusto personale, in una cartoleria ben fornita o negozio di hobbisti.

Consiglio

Ogni volta che si lavora con i neopixels, bisogna fare dei test ad ogni passaggio per evitare corto circuiti o anticipare eventuali errori. La maniera più semplice per testare i neopixels sta nell’usare un microcontrollore Gemma e alcuni morsetti a coccodrillo. Gemma è poco costoso e davvero facile da usare per la prototipazione. Potete testare qualsiasi combinazione di cavi, senza saldature o pasticciare in giro con breadboard e piedinature. Per di più vedrete accendere le vostre luci subito e questo rende l’intero processo molto più divertente e soddisfacente.

Quindi: quando comprerete il kit vi verrà inviato il tutorial tutto in Italiano in formato PDF e potrete subito iniziare a realizzare il vostro progetto.

proximity_daveandtia

Auguri a Dave e Tia!

 

 

VOTA QUESTO ARTICOLO
ROSARIA MACAIONE

ROSARIA MACAIONE

Esperta in Elettronica ed Elettrotecnica.
Responsable Wearable Electronics & Computing
ROSARIA MACAIONE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *